Chi è l’Insight specialist e perché sta rivoluzionando l’uso dei big data in sanità

Chi è l’Insight specialist e perché sta rivoluzionando l’uso dei big data in sanità

I big data non sono solo una questione di tecnologia, ma rappresentano a tutti gli effetti uno strumento manageriale. A dirlo sono gli esperti di data science in ambito sanitario James J. Gillespie e Gregory J. Privitera, autori del libro “Patient-Centric Analytics in Health Care: Driving Value in Clinical Settings and Psychological Practice”. Ecco perché oggi le aziende pharma stanno puntando su figure di esperti in grado non solo di analizzare i dati, ma di interpretarli in un’ottica patient-centric. Ricoprono sempre più importanza, quindi, i ruoli di di Insight lead e Insight specialist, professionisti che spesso hanno background psicologico o di comunicazione. È quanto emerge dall’indagine condotta da Italiassistenza “Le nuove professioni di supporto al paziente” che ha coinvolto 6 aziende farmaceutiche.

SCARICA IL WHITE PAPER "Le nuove professioni di supporto al paziente"


L’Insight specialist tra empatia e big data

Insight generation, ascolto attivo e analisi dei big data saranno sempre più importanti per il design e l’implementazione dei Patient Support Program, programmi di supporto che hanno l’obiettivo di migliorare l’aderenza terapeutica. Ecco perché la data science a cui si fa riferimento in ambito sanitario e non solo farmaceutico necessita di una capacità di ascolto e di analisi che prescinde dalla componente tecnologica. “Anche l’empatia deve guidarci nella lettura degli insight. Ecco perché la psicologia avrà un ruolo sempre più importante”, spiega uno dei manager che abbiamo intervistato.

Per approfondire scarica gratuitamente il white paper qui.